Patologie del respiro, siglato accordo scientifico tra l’ISS e l’Istituto Pio XII di Misurina

ISS, 30 ottobre 2018

L’Istituto Superiore di Sanità e l’Istituto Pio XII Onlus di Misurina (Belluno, Veneto) hanno siglato una convenzione scientifica per la validazione e lo sviluppo delle attività di questa struttura, accreditata dal SSN e dedicata esclusivamente allo studio, cura e riabilitazione in montagna delle malattie del respiro.

l’Istituto Sanitario Nazionale aderisce così alla Rete delle malattie respiratorie pediatriche, unica in Italia, realizzata nel 2016 dall’Istituto di Misurina.

L’accordo stipulato tra le due istituzioni è stato presentato lunedì 29 ottobre 2018 presso l’Istituto Pio XII alla presenza del Direttore Generale dell’ISS Angelo Lino Del Favero, del Presidente e del Direttore Clinico del Pio XII, rispettivamente Don Luciano Genovesi ed Ermanno Baldo, oltre che delle autorità regionali e locali invitate.

“L’accordo con questa struttura, parte di un Network di centri di eccellenza – dichiara Del Favero – ha l’obiettivo di progettare studi ed elaborare protocolli clinici sull’efficacia della riabilitazione in montagna di bambini e ragazzi affetti da patologie respiratorie, malattie sempre più frequenti in età pediatriche. Grazie alle evidenze scientifiche prodotte in collaborazione con una struttura a così alta specializzazione, sarà possibile condividere in una rete altamente qualificata le conoscenze prodotte e approcciare nuove metodologie sempre più efficaci per contrastare le patologie respiratorie”.

L’Istituto Pio XII Onlus, situato sulle rive del Lago di Misurina a 1750 metri di altitudine, è il solo centro italiano, e quello situato più in alto tra i centri europei che si trovano in montagna, deputato alla cura e riabilitazione dei disturbi del respiro e dell’asma nei bambini e nei ragazzi. La presa in carico del paziente è globale e avviene attraverso attività a carattere riabilitativo ed educativo portate avanti e monitorate da un team multidisciplinare di esperti.  Tale modello di cura, conosciuto come Metodo Misurina, unico nel suo genere, consente una visione unitaria del paziente, garantendo al tempo stesso un percorso di cura personalizzato. Questo è possibile perché mentre si svolge la riabilitazione si insegna ad allenare ed educare il respiro dei bambini, in modo tale che le famiglie portino a casa questo metodo per mantenerne il più possibile gli effetti.

Oltre all’ISS e alla collaborazione delle associazioni di pazienti, come FederAsma e Allergie, Lega Italiana Fibrosi Cistica, hanno aderito al Network, il Bambino Gesù di Roma, il Gaslini di Genova, il Meyer di Firenze, il Gemelli di Roma, il Regina Margherita di Torino e le Università degli studi di Verona e di Ferrara.

Commenti chiusi