Anche per il 2019 l’ISS è Centro di Riferimento del WHO per mantenere lo status polio-free in Italia

ISS, 31 gennaio 2019

Il Centro di Collaborazione OMS “WHO Collaborating Centre (ccWHO) for reference and research on poliovirus” istituito all’interno del Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) da diversi anni ha superato specifici proficiency tests per l’accreditamento da parte di WHO anche per il 2019. E’ quindi stato riconosciuto Centro di Riferimento nella rete dei laboratori WHO–Europe per poliovirus.

Il Centro è uno dei 6 regionali dell’aerea WHO-Europe oltre a Germania, Russia, Francia, UK e Finlandia.

“Le attività routinarie del Centro – spiega Paola Stefanelli, Responsabile del Centro WHO per polio presso ISS – consistono nel fornire supporto per le indagini virologiche, quali isolamento, identificazione e caratterizzazione di poliovirus ed altri enterovirus dai campioni clinici da casi di Paralisi Flaccida Acuta (PFA), ad Albania, Grecia, Serbia, Montenegro, Bulgaria, Macedonia, Bosnia, Kosovo and Malta. Inoltre, è impegnato nella Sorveglianza delle PFA e nella Sorveglianza Ambientale (SA) per la ricerca di poliovirus ed altri enterovirus in Italia garantendo appropriate indagini virologiche per il mantenimento dello status polio-free nel nostro paese.”

Le attività di laboratorio sono principalmente indirizzate alla ricerca di poliovirus nei campioni di feci dei casi di PFA e dei loro contatti, nonché ad indagini su campioni di pazienti sani ed ambientali. Il laboratorio è, inoltre, coinvolto nelle indagini dei casi dovuti ad enterovirus non polio, ormai emergenti in tutta Europa. Tutte le attività di laboratorio si attengono ai protocolli standardizzati da WHO e ai nuovi metodi proposti dal Global Polio Laboratories Network (GPLN) periodicamente aggiornati per il miglioramento della sorveglianza a livello globale. Le attività del laboratorio si avvalgono della professionalità del personale ISS da anni coinvolto nelle attività inerenti all’eradicazione della polio.

Nel 2001, l’Italia e tutta la Regione OMS Europa è stata dichiarata una Regione polio-free. A garanzia del mantenimento dello status polio free i programmi di sorveglianza dovranno continuare fino all’eradicazione definitiva della poliomielite a livello mondiale.

Tre paesi rimangono ancora endemici, Afghanistan, Nigeria e Pakistan, poiché non hanno mai smesso di registrare casi di poliomielite.

Commenti chiusi